_
Call for ideas
per associazioni

Hai da tempo in cantiere un progetto contro l’odio online ma non sai come finanziarlo? Partecipa alla call!

Call4ideas COP

Obiettivo della call

Chi Odia Paga (COP) lancia la call for ideas “Una Buona Causa” rivolta a tutte le associazioni italiane con l’obiettivo di stimolare e sostenere la creazione e lo sviluppo di iniziative di prevenzione, sensibilizzazione ed educazione per contrastare l’odio online su tutto il territorio nazionale.

Il primo sostenitore: Nuvolab

Nuvolab, uno dei venture accelerator più attivi nel mondo startup italiano e culla in seno alla quale è nato il progetto “Chi Odia Paga”, ha voluto essere la prima azienda ad investire nel sostegno di un progetto meritevole contro l’odio online.

Il web è, ad oggi, una giungla, una “zona franca”, il Far West… anzi, il Far Web. Non è ancora percepito come un luogo “reale” né dagli hater – che spesso non hanno consapevolezza delle conseguenze dei propri comportamenti virtuali sulle vite delle persone – né dalle vittime, che nella maggioranza dei casi si sentono impotenti e non sono a conoscenza degli strumenti per difendersi o reagire.

Cosa stiamo cercando

Nuvolab insieme a Chi Odia Paga è alla ricerca di un progetto di sensibilizzazione, educazione e prevenzione contro l’odio online da sostenere raddoppiando la cifra che il progetto stesso sarà in grado di raccogliere attraverso una campagna di crowdfunding, fino a un massimo di 5.000€ da raddoppiare (ossia, se la campagna raccoglie almeno 5.000€, Nuvolab ne donerà altrettanti). Quanto raccolto sarà  interamente a disposizione del soggetto promotore per la realizzazione degli obiettivi esplicitati dal progetto.

Chi Odia Paga chiuderà il cerchio, offrendo i propri servizi gratuitamente alle vittime di reati d’odio online, per un valore pari all’ammontare della cifra raccolta dall’associazione.

Come funziona

1
Mettiti in
gioco

Raccontaci la tua idea! Proponi il tuo progetto contro l’odio online e attendi l’approvazione!

2
Coinvolgi la tua community, fatti votare

Quando il tuo progetto sarà caricato qui in piattaforma, fallo sapere a tutti per farti votare! Anche Chi Odia Paga amplificherà i progetti, ma solo il progetto che riceverà più voti potrà attivare il crowdfunding

3
Raddoppia
la cifra

Raggiungi il primo obiettivo di raccolta e raddoppia il ricavato! Nuvolab donerà il doppio della cifra raccolta fino a un totale di 10.000€! 

Hai tempo fino al 18 giugno!

Requisiti

Chi può partecipare

 Enti del Terzo settore: associazioni di volontariato, di promozione sociale e le organizzazioni non lucrative di utilità sociale iscritte nei rispettivi registri attualmente previsti dalle normative di settore

– Enti della pubblica amministrazione

I progetti

–  Progetti che abbiano come obiettivo quello di generare  un impatto positivo rispetto al fenomeno dell’odio online, contribuendo ad aumentare la percezione di sicurezza e libertà di espressione online

L’impatto del progetto dovrà realizzarsi principalmente sul territorio italiano

Verranno selezionati i progetti che avranno maggiore aderenza ai criteri di valutazione citati nel Regolamento.  Nuvolab raddoppierà  (fino ad un massimo di € 5.000) la cifra raccolta  secondo le modalità stabilite all’interno del Regolamento.

Il sostegno di Chi Odia Paga

Azienda COP

Promozione

dei progetti attraverso i canali di comunicazione di Chi Odia Paga

No-Profit COP

Sostegno

nella progettazione e diffusione della campagna di raccolta fondi tramite il portale Campagne

Matching Grant

connessione garantita con un soggetto aziendale che raddoppi il ricavato della raccolta fondi

Leggi il regolamento

Chi Odi Paga è la tua rete ideale per supportare e sviluppare i tuoi progetti relativi a odio online e che proteggono le minoranze.

Campagna COP

_
Invia la tua candidatura

Siamo alla ricerca di progetti da far diventare storie da raccontare.
Invia la tua candidatura: la tua idea potrebbe diventare realtà grazie ad una campagna di crowdfunding pensata proprio per te.
Non perdere quest’opportunità!

Restiamo in contatto

Le forme dell’odio sono tante quante le storie che abbiamo da raccontare.
Che tu voglia solo leggerne o ne abbia una che vuoi condividere, restiamo in contatto!