Chi è odioso è noioso

di La Piazza Comune

IL PROGETTO

 

La barriera che separa il “mondo digitale” dalla “vita reale” è sempre più sottile e molti dei comportamenti e delle abitudini che osserviamo dilagare online stanno inevitabilmente “contaminando” il mondo reale. E il pericolo che le espressioni sempre più violente di odio che proliferano sui social network possano trovare uno sfogo successivo nella vita “vera” delle persone è qualcosa che ci spaventa e ci deve far riflettere.

Per questo abbiamo pensato di promuovere una campagna di sensibilizzazione e formazione nelle scuole superiori della provincia della Spezia, così da permettere ai ragazzi della Generazione Z di conoscere e riconoscere questo fenomeno attraverso le testimonianze di chi questo odio ha subito, online ed offline, attraverso una formazione sulle modalità con cui quest’odio si diffonde (con la visione di materiali reperibili sul web ed il successivo commento con esperti di comunicazione digitale), finendo per discutere degli aspetti legali delle espressioni d’odio veicolate attraverso la Rete ed i Social Networks. Nel corso degli incontri, verranno inoltre illustrate le varie e crescenti realtà di gruppi attivi nel contrasto dell’odio online con testimonianze dirette di attivisti di questi gruppi.

Il target a cui si rivolge è quello dei giovanissimi dai 14 ai 19 anni di età, la cosiddetta Generazione Z

L’intento è di diffondere buone pratiche sia di prevenzione che di contrasto dell’odio online attraverso un ciclo di incontri interattivi che mostrino le conseguenze di questo fenomeno e incoraggino i ragazzi stessi a sconfiggerlo. I contenuti dei seminari saranno svariati, talvolta emozionali stavolta tecnici, al fine di poter restituire ai ragazzi un quadro variegato del fenomeno. Pertanto saranno presentate testimonianze dirette di chi ha subito cyberbullismo, campagne video che si sono occupate di contrastare questo fenomeno, d’altra parte verranno coinvolti docenti o esperti che si occupano di odio online in ambito giuridico e spiegheranno le conseguenze legali di questa tipologia di reato. 

La volontà è altresì fornire strumenti per aiutare i ragazzi a costruire la contronarrazione per arginare l’hate speech rendendoli maggiormente consapevoli. Il progetto si propone di mettere in atto con i ragazzi una campagna di comunicazione contro l’odio online che diventi virale utilizzando i social più in voga tra la Generazione Z: Tik Tok e Instagram- creando una Pagina ad hoc- in tal senso gli stessi giovanissimi si possono fare ambasciatori di questo messaggio fra i loro coetanei oltre poter personalizzare e contribuire in modo attivo in questa lotta. 

Si creeranno contenuti di valore per i seminari, coinvolgeranno ospiti per creare una campagna di comunicazione efficace sui social network utilizzando ambassador di rilevanza nazionale che possano accelerare il processo di diffusione del progetto. 

L’ASSOCIAZIONE

L’Associazione Piazza Comune è associazione civica del territorio di La Spezia. Un’associazione apartitica ma non apolitica, che guarda al futuro della città cercando il perduto senso di comunità, questa è “La piazza comune”. 18 soci fondatori con diverse provenienze politiche e lavorative accomunati da un obiettivo comune, traguardare il futuro della città attraverso un nuovo livello della discussione politica.

_
Raddoppia il successo del progetto!

Contattaci per attivare il matchgiving su questo progetto.
Non perdere questa opportunità!