I sciula crolènghe – La scuola di tutti

di Associazione Italiana Zingari Oggi

IL PROGETTO

L’Associazione A.I.Z.O. Odv sezione di volontariato del Trentino-Alto Adige crede che attraverso la conoscenza delle diverse culture presenti sul territorio si possa creare un legame di reciproco rispetto fra le persone, condizione essenziale per costruire una società moderna giusta e educare alla sicurezza educando alla pace

I giovani sono la ricchezza del nostro futuro, sono loro la generazione da accompagnare con un utile percorso che li faccia crescere senza pregiudizi o tendenze razziste, riconoscendo nel prossimo una diversità positiva per se stessi e per la comunità.

La scuola di tutti: che tipo di attività è? Aizo propone un’attività che permetta ai fruitori di conoscere chi sono i sinti e i rom e qual è la loro cultura. La presenza nell’iniziativa di esperti sinti e rom dà la possibilità di discutere con i diretti interessati i temi degli incontri: cosa quasi unica nel suo genere. Riteniamo che la conoscenza crei le condizioni di una più facile convivenza fra le diverse culture presenti sul territorio, permettendo di combattere pregiudizi e xenofobia, affrontando curiosità e perplessità, dubbi e paura dei ragazzi del pubblico. 

A Chi è rivolta l’attività? Tutte le scuole di ogni ordine e grado. L’intervento proposto da Aizo può essere modulato per essere proposto alle elementari per una prima conoscenza o informazione sulle popolazioni sinte e rom, con l’utilizzo di fiabe o leggende; alle scuole superiori di primo grado con approfondimenti diversi a seconda dell’età degli alunni (ad esempio il genocidio è per le classi terze); alle scuole superiori di secondo grado dove l’intervento può spaziare fino a discutere le forme di razzismo esistenti al giorno d’oggi o il motivo per il quale viene utilizzato il termine “zingaro”. 

Come? Tramite “Lezione Spettacolo”, una modalità innovativa di Aizo che permette a sinti e rom odv di svolgere attività didattica. 

L’intervento si differenzia dalla solita lezione frontale perché gli studenti interagiscono con gli esperti. Gli esperti sono sia sinti e rom che gagè. I gagè sono tutte le persone che non appartengono alle popolazioni sinti e rom. L’attenzione del pubblico presente alla Lezione Spettacolo è stimolata attraverso: 

1. Una mostra proiettata: le slide seguono via via le tematiche dell’intervento: circa 60 foto che illustrano vita, usi e costumi dei popoli sinti e rom. Da immagini storiche a quelle dei giorni d’oggi, nelle quali sinti e rom vengono ritratti nelle abitazioni attuali e nei lavori svolti. Attraverso le immagini vengono affrontate le varie discriminazioni del passato e quelle odierne, la storia del genocidio dei nazi-fascisti, le ingiustizie subite; la bellezza della professionalità artistica dello Spettacolo Viaggiante o dei circhi e tanto ancora. 

2. La cultura tipica di questi popoli non è solo raccontata, ma alcuni testi e alcune poesie vengono proposte con una lettura teatrale.

3. La musica, anch’essa importante elemento di cultura per questi popoli, è proposta dal vivo (chitarra e voce), in lingua originale e spiegata dagli stessi esperti sinti.

4. Uno degli esperti gagè oltre a condurre la lezione è anche il facilitatore: è lui infatti che provoca il pubblico per farlo intervenire e interagire con gli altri esperti e con la tematica in discussione. 

 

Gli interventi qui proposti sono frutto di un impegno di Aizo di 11 anni nelle scuole trentine e non solo.

I sciula crolènghe – La scuola di tutti: l’attività potrà essere proposta alle scuole di tutto il nord Italia.

 

L’ASSOCIAZIONE

L’ASSOCIAZIONE ITALIANA ZINGARI OGGI ONLUS (A.I.Z.O.) è una organizzazione nazionale di volontariato fondata nel 1971 a Torino da sinti e gagè (non zingari). Attualmente è presente in 15 regioni e 67 città.

L’A.I.Z.O. è federata con la Romani Union – Associazione Mondiale degli Zingari, riconosciuta dall’ONU ed è affiliata all’European Union Migrant’s Forum Bruxelles. L’A.I.Z.O. opera nel settore dell’emarginazione specificamente con e per il popolo rom e sinto, in modo particolare con gli stranieri: croati, serbi, kossovari, macedoni, montenegrini, eccetera.

Ha partecipato alla Commissione Affari Economici (Bruxelles), alla Commissione sulle Donne (Strasburgo) e agli incontri della Commissione interministeriale a Palazzo Chigi sulle problematiche dei nomadi

L’associazione ha tra i propri obiettivi sia quello di rimuovere le cause di emarginazione verso questa popolazione, sia la condivisione con rom e sinti degli strumenti indispensabili perché possano partecipare attivamente alla vita sociale e politica, affinché una maggior coscientizzazione permetta loro di essere presenti quando si decide il loro futuro.

_
Raddoppia il successo del progetto!

Contattaci per attivare il matchgiving su questo progetto.
Non perdere questa opportunità!