Il profilo dell’odio

di Sophratica. Consulenza filosofica

IL PROGETTO

Attraverso la filosofia smascheriamo i meccanismi dell’odio online per rendere le persone più consapevoli.

La narrazione del corpo e delle relazioni, condotta attraverso il dialogo filosofico di matrice socratica, fornisce un equipaggiamento concettuale utile a sviluppare una fenomenologia dell’odio che ne smascheri i meccanismi e le logiche. Comprendere come si manifesta l’odio sul web e in che modo differisce dallo stesso sentimento, agito e patito nel mondo concreto, permette di utilizzare in modo più consapevole il digitale e di contribuire, così, a ridurre i fenomeni e le conseguenze di cyberbullismo, hate speech, revenge porn e stalking.

La consulenza filosofica dà un apporto significativo al tema dell’odio sul web, non solo in termini di contributi teorici sull’argomento, ma soprattutto in termini di problematizzazione del tema da parte del gruppo di lavoro, sia a livello di consapevolezza personale rispetto ai propri vissuti, sia a livello di ragionamento condiviso da parte di tutto il gruppo che ridefinisce le tematiche affrontate. Si tratta, attraverso il dialogo, di portare in superficie le giustificazioni dell’odio che vengono utilizzate per stemperare la responsabilità personale, soprattutto sul web dove manca il confronto dialogico.

IL PROBLEMA

Una consuetudine interessante da rilevare è che l’odio sul web si sviluppa proprio a partire dall’assenza del principio dialettico, nell’accezione socratica di strumento volto al raggiungimento della verità. L’odio cibernetico sembra trovare terreno fertile dove la dialettica è assente e l’ascolto, l’approfondimento e lo scambio lasciano posto alla radicalizzazione delle proprie posizioni. In questo contesto manca la reale intenzione di confrontarsi e si impongono reazioni a senso unico: la relazione si presenta come annientamento puro dell’altro, come se la stessa ridefinizione della mia identità si basasse sulla ridicolizzazione dell’altro, in assenza però di un altro percepito come uguale a me (l’altro è un’esistenza dematerializzata appunto).

COSA FAREMO:

Nello specifico, si proporranno attività volte ad analizzare e a problematizzare la nostra idea di odio, i nostri pregiudizi, i giudizi di valore, le nostre visioni e credenze sull’argomento. Il tema verrà inserito nell’universo di esperienze e significati che i partecipanti porteranno nel dialogo, anche ricorrendo agli strumenti della Philosophy For Children/Community per favorire, così, l’ampliamento della propria visione del mondo e delle relazioni con l’altro. Attraverso la pratica dialogica può essere superato lo stallo dialettico prodotto dall’odio e può essere agevolato lo sviluppo di comunità più inclusive, nelle quali dare vita a una semantica positiva da veicolare nello spazio digitale e praticare una comunicazione sostenibile. Aprire quindi un luogo di crescita, in cui nuovi incontri non costituiscano pericoli e, anzi, possano contribuire positivamente alla costruzione di senso di sé.

COME LO FAREMO:

A questo scopo, e per dare continuità al progetto impostato su un primo nucleo di incontri suddivisi per Regioni, si propone di creare una piattaforma web (tipo forum) in cui formulare dei topic impostati sul dialogo filosofico. In questo modo la comunità potrà continuare a confrontarsi sui temi affrontati e portare avanti una comunicazione sostenibile, grazie agli strumenti filosofici acquisiti durante l’attività laboratoriale. Inoltre questa piattaforma potrebbe rappresentare il primo passo per la creazione di uno sportello telematico, rivolto a chi venga coinvolto in episodi di odio sul web e voglia cercare aiuto. A lungo termine all’offerta di percorsi di consulenza filosofica individuale, potrebbero affiancarsi servizi di consulenza legale e psicologica, arrivando quindi a creare una rete di sostegno a trecentosessanta gradi.

OBIETTIVI:
– Guidare i partecipanti in una riflessione condivisa e sociale sul tema dell’odio sul web e sulle sue specificità e differenze.
– Smascherare i meccanismi delle relazioni (dell’odio) online.
– Fornire un equipaggiamento concettuale per reagire all’odio digitale senza prestarvi il fianco e rompere la “danza” della relazione di odio.
– Rendere consapevoli di sé, del proprio spazio nel mondo, della responsabilità che comporta essere “odiatori”.
– Riflettere sul valore e sull’esperienza che si fa della dialettica sul web.

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO:
1. Progettazione dei laboratori e ricerca dei luoghi per la realizzazione in presenza;
2. Campagna pubblicitaria e individuazione dei soggetti/enti interessati;
3. Realizzazione dei laboratori (1 online e 3 in presenza per ogni ciclo/gruppo):
a. Esperienza laboratoriale online come attivatore della riflessione;
b. Laboratorio sulla narrazione del corpo: riflessione condivisa sui significati che la parola “corpo” porta con sé e sull’influenza che il nostro modo di interpretare il corpo ha sul nostro relazionarci agli altri/all’altro:
c. Laboratorio sulla fenomenologia dell’odio e sulla dialettica come strumento per smascherare l’odio;
d. Laboratorio conclusivo dedicato alla consapevolezza e alla concettualizzazione del percorso svolto.
4. Creazione di un forum online come spazio per proseguire e allargare il dialogo sui temi legati all’odio.


Possibili ulteriori sviluppi futuri:
5. Creazione di uno sportello virtuale di consulenza filosofica individuale dedicato a persone oggetto di odio online;
6. Ampliamento dei servizi offerti dallo sportello attraverso la collaborazione con altri professionisti (psicologi, avvocati).


L’ASSOCIAZIONE

Nata il 19 giugno 2010, con l’originario nome di AIM.CONFIL, Sophratica. Consulenza filosofica riunisce consulenti filosofici con laurea magistrale prevalentemente in filosofia accomunati dall’esperienza del Master Universitario in Consulenza Filosofica dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Sophratica si pone come obiettivo primario la ricerca, lo studio e la definizione della consulenza filosofica come professione attraverso l’organizzazione, la gestione e la promozione di servizi di consulenza filosofica presso aziende, enti pubblici e associazioni.

Il consulente filosofico, grazie alla formazione qualificata dal Master Universitario in Consulenza Filosofica, ha acquistato: la capacità di mettere in campo le sue competenze filosofiche in maniera coerente con il lavoro da svolgere; l’abilità di progettare tecniche di intervento congruenti; la padronanza di modelli di azione, di comunicazione, di relazione, di setting, di etica e di responsabilità personale e sociale.



UBC S1 21 Live

  • Odiare non è uno sport
    10% 542 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Uscita di Emergenza
    6% 309 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Il corpo che parla
    11% 564 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Il profilo dell'odio
    3% 186 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Cheese
    1% 93 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Mabasta al bullismo...anche attraverso lo sport
    3% 157 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • NIA – Network italiano Anti-islamofobia
    44% 2.2k / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • DoD-Donne che odiano donne
    3% 197 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Hate Map Rome
    3% 190 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Solo parole d'amore
    1% 93 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Viceversa
    2% 131 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • RiscopriAMOci
    0% 24 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • CyberKickBullying
    5% 270 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Ti ascoltiamo, ti crediamo
    0% 35 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Svelare in modo creativo la discriminazione
    0% 8 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • DeStalk
    0% 1 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto

Pensi di essere vittima di una di queste condotte d'odio?