INSIEME PER UN MONDO MIGLIORE

di Associazione Mercuria Nova – ODV

Incontri di approfondimento dedicati agli studenti sulla relazione tra bullismo e rete e le sue conseguenze sui più giovani

IL PROGETTO

Negli ultimi mesi, abbiamo vissuto un’esperienza educativa unica, che ha richiesto un cambiamento radicale a tutti gli effetti. L’apprendimento a distanza, che da tempo cerca di affermarsi, questa primavera ci ha colti di sorpresa, richiedendo – con forza – il diritto al controllo. Il tradizionale processo educativo è stato interrotto, i sistemi educativi hanno iniziato a trovare soluzioni per essere trasposti nell’ambiente virtuale, ognuno con un proprio modello, determinato da diversi fattori: lo sviluppo dell’economia, il tenore di vita della popolazione, il grado di penetrazione delle infrastrutture sociali da parte delle tic. La realtà ha dimostrato che questa può essere una partenza, ma siamo solo all’inizio, ci aspetta un percorso fatto di ripensamenti e riconfigurazioni, una mentalità e un atteggiamento diversi, decisioni momentanee e a lungo termine, soluzioni motivanti e illuminanti.

La didattica online, nonostante le emozioni naturali di un inizio forzato dovuto a circostanze tristi, è una sfida per la maggior parte di noi, poiché siamo abituati ad avere ore e attività diverse scandite da determinati eventi in classe. Questo però è l’unico metodo rimasto per continuare lo studio durante la pandemia, per poter sviluppare collaborazioni educative con altre istituzioni scolastiche, istituzioni della comunità o dall’estero.

L’adattamento all’ambiente online è un processo che sia gli adulti che i giovani hanno affrontato, suscitando intense emozioni e paure da entrambe le parti. È certo che l’integrazione della tecnologia dell’informazione nelle scuole sarà ulteriormente accelerata e che l’istruzione online finirà per diventare una componente integrante dell’istruzione scolastica e della società nel suo insieme.

Le ragioni per entrare a far parte delle reti virtuali sono perlopiù legate alla comunicazione e mirano a mantenere relazioni che, in prospettiva futura, confluiscono tutte nella rete virtuale e nei social network. La comunicazione virtuale o digitale è conveniente.
Trasformare studenti e giovani, in attori-chiave del processo educativo e della comunità può aumentare il prestigio e la credibilità della scuola nel territorio e quindi sensibilizzare e mobilitare potenziali partner.

L’azione comunitaria proposta dall’Associazione “Mercuria Nova – ODV” è una strategia basata su volontariato, coinvolgimento, impegno e responsabilità. La scuola diventa così più flessibile, i bambini oltrepassano i propri confini fisici per svolgere le attività a beneficio di altri bambini o persone che, a vario titolo, sono emarginate o, addirittura, escluse dalla vita della società. La comunità diventa più unita per il fatto che la realizzazione di questa strategia implica la collaborazione tra tutte le istituzioni centrali e locali.
Molti non sanno che, dietro il volontariato si nascondono gli amici, le emozioni, l’autostima e, implicitamente, il rispetto di chi ti circonda è il successo. Non solo aiuti chi è in difficoltà ma prima di tutto aiuti te stesso, costruisci la tua personalità e puoi davvero sentirti un uomo. Una persona che non è bella solamente fuori, ma anche dentro e una tale sensazione è al di sopra di qualsiasi carta con un valore materiale. Essendo membro di un gruppo, l’individuo interagisce sia all’interno del gruppo a cui appartiene sia con i membri dagli altri gruppi.

Per quanto riguarda l’interazione tra individui, due elementi sono molto importanti: il comportamento e l’immagine che si creano su una determinata persona a seguito dell’interazione. Il sistema di immagini che i partner formano gli uni sugli altri influenzerà la comunicazione e il funzionamento delle relazioni stabilite.
A seconda di ciò, l’individuo avrà un certo atteggiamento nei confronti dell’altra persona o gruppo. Purtroppo nella società odierna c’è la tendenza ad “etichettare” certe persone, secondo certi comportamenti, senza guardare dentro l’anima; molte categorie sociali sono emarginate.
Anche tra i bambini ci sono pregiudizi legati all’aspetto fisico, alle religioni, all’etnia, così che la discriminazione e la stigmatizzazione sono spesso l’espressione dell’atteggiamento intergruppo.

COSA E COME FAREMO
Il progetto ha come punto principale il bulling e le sue conseguenze. Per tutte le iniziative sono previste degli incontri fisici e online, prendendo come linea guida, le esperienze, la procedura e l’inserimento degli alunni con BES nelle scuole generale. Elenco dei principali temi:

– Bullismo nella scuola primaria e oltre
Incontri on-line con insegnanti, alunni e docenti – tavola rotonda con discussione dell’effetto e soluzione, sul bullismo e le relative soluzioni casuali, con la partecipazione di specialisti sul tema.

Uso consapevole della rete
Con la partecipazione di professionisti nell’ambito legale, sociale e politico.

– Atelier creativi: Costruire digitale per educare a guardare oltre
Insieme a volontari nel segmento informatico di diversi paesi che rappresentano le regole e comportamenti da adottare on-line


L’ASSOCIAZIONE

L’Associazione Mercuria Nova-ODV promuove le attività di volontariato, come espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo, senza fini di lucro.

I suoi obiettivi sono: operare per la promozione e la difesa dei diritti umani attraverso azioni e attività di carattere civile, volte alla tutela ed al miglioramento della qualità della vita delle persone, delle comunità e del ambiente. Si propone di sviluppare, organizzare e gestire progetti di volontariato sia in modo diretto, che in partnership con altri Enti o organizzazioni.

Grande attenzione è posta al rimuovere, con l’impegno personale, le varie forme di emarginazione e povertà: povertà economica, povertà istituzionale, povertà “umane”, condizioni di svantaggio, isolamento, abbandono e rifiuto sociale.
Promuove l’uguaglianza ed il rispetto delle differenze, diffondendo la cultura del accoglienza, con particolare attenzione a chi vive condizioni di disagio.

L’obiettivo principale è aiutare le persone in difficoltà, attraverso l’esperienza di contatti umani validi, di sostegno psicologico, di momenti socializzanti, di vita comunitaria, di proposte responsabilizzanti, di attività di lavoro, per recuperare il proprio equilibrio individuale e realizzare il proprio inserimento sociale.

Si propone di creare “spazi” per chi ha bisogno di comunicare e di essere ascoltato con dignità e rispetto, e di favorire la crescita umana e sociale dei ragazzi e dei giovani attraverso la conoscenza diretta dei problemi inerenti alla loro età e all’ambiente socioculturale di provenienza.

E più di tutto, si impegna allo sviluppo di una Rete Integrata e Diversificata di servizi, che assumano i problemi nella loro complessità e globalità, di superamento del bisogno stesso, attraverso una seria e qualificata strategia di prevenzione. Per questo si impegna per realizzare appositi corsi di orientamento e formazione per volontari, per fornire adeguata preparazione ai compiti da svolgere.

Vuole essere un luogo di riferimento per coloro che in modo continuo anche se flessibile, dispongono di volontà e valori, divenendo un punto di incontro fra le banche-dati di chi offre attività volontaria e le esigenze delle ODV.