STOP BULLYING THE PLANET

di United in DiverCity

Il progetto “Stop Bullying the Planet” è il nostro modo di diffondere la cultura del rispetto per l’ambiente e contro ogni forma di odio e bullisimo

IL PROGETTO

Il progetto “​Stop Bullying the Planet” ​nasce dalla crescente attenzione all’interconnessione tra le dinamiche ambientali e quelle sociali (diritti, salute, diversità culturali). Le tematiche del Bullismo e dell’Educazione ambientale, seppur apparentemente disconnesse, producono in realtà un forte impatto all’interno della società. Questo percorso formativo e di approfondimento, mira a fornire delle linee guida che permettano di tracciare connessioni e parallelismi esistenti tra il tema del bullismo e dei discorsi d’odio e il tema dell’ambiente toccando tutti gli aspetti dei valori comuni che li contraddistinguono, ossia quelli di equità e rispetto per gli altri, per le diversità culturali e di genere e per le risorse della Terra.

Le riflessioni scaturite partono dal concetto che in entrambe le tematiche esistano modelli di prevaricazione e un atteggiamento di superiorità e violenza verso gli altri e verso qualcosa, in modo costante e duraturo nel tempo. Lo scopo del progetto è quindi quello di prospettare come l’effetto del comportamento del singolo rispetto all’ambiente che lo circonda abbia un impatto sulle proprie vite : sia dal punto di vista sociale/relazionale (Percorso sul Bullismo/Hate Speech), sia da quello più strettamente naturale (Percorso sull’Ambiente).

Questo è possibile attraverso la promozione di una cultura incentrata sulla solidarietà che sia concretamente condivisibile dai ragazzi e per questo non soltanto repressiva ma che punti alla comprensione e allo sviluppo dell’empatia con l’altro, all’ascolto, a regole e azioni volte al rispetto, al senso di responsabilità, allo sviluppo di un senso di collaborazione per riconoscersi in un’identità individuale e collettiva. Prendersi cura dell’ambiente nel quale si vive, sia dal punto di vista emotivo che pratico, aiuta i ragazzi a sviluppare tali capacità e a non accumulare rabbia da sfogare, prevenendo quindi l’instaurarsi stesso di atteggiamenti che implichino la superiorità ed il predominio l’uno sull’altro, giocando quindi un ruolo fondamentale nell’apprendimento.

COME E COSA FAREMO:
Si prevedono circa 30 ore per lo svolgimento del percorso formativo suddiviso per i due percorsi principali (Bullismo e Ambiente) e lungo tutto il corso dell’anno scolastico, tra le lezioni online e le attività extra scolastiche.

Saranno coinvolti studenti, docenti, personale della scuola e delle famiglie degli studenti in attività di informazione, formazione, laboratori, iniziative culturali e di mobilitazione civica, etc. Ma anche chi è sensibile nelle tematiche sostenibili e sociali. Oltre alla partecipazione di enti pubblici e privati esterni attraverso interventi mirati e su tematiche specifiche e per l’organizzazione di attività all’aperto

La finalità generale è di sensibilizzare gli allievi delle diverse scuole sulle problematiche ambientali e legate al bullismo e di renderli responsabili all’interno del proprio ambiente scolastico sia dal punto di vista interpersonale tra compagni sia verso l’ambiente naturale che li circonda.
Gli studenti saranno poi autori di un Vademecum nel quale confluiranno le esperienze realizzate e delle brevi linee guida di comportamento rispetto alle tematiche trattate.


L’ASSOCIAZIONE

United in DiverCity si impegna a promuovere un approccio nelle organizzazioni basato sulla comprensione, sul rispetto e sulla valorizzazione della diversità.

Le nostre attività sono volte al superamento delle discriminazioni, alla sensibilizzazione verso i diritti umani, al rispetto delle differenze e alla sensibilizzazione contro il bullismo.

Abbiamo intrapreso questo percorso perché vogliamo incoraggiare una cultura inclusiva che supporti le persone ad esprimere il proprio potenziale, ciascuna con la propria esperienza.