Unicorns Against Hate

di Centro Risorse LGBTI

IL PROGETTO

Le manifestazioni di odio a sfondo omobilesbotransfobico e più in generale le azioni discriminatorie online verso le soggettività della comunità LGBTQI+ in Italia sono all’ordine del giorno. I social network sono gli spazi in cui maggiormente vengono esposti contenuti motivati da odio omobilesbotransfobico e molto raramente vengono segnalati o perseguiti in qualche modo. Inoltre, come ben si sa, la distanza prodotta dalla relazione attraverso lo schermo permette alle persone di agire in maniera ancora più dura, esplicita, violenta rispetto a ciò che farebbero dal vivo. La socializzazione e la discriminazione sui social network è diversa in base alla fascia d’età e alle modalità di fruizione degli stessi, per questo è necessario declinare ogni possibile azione nel contesto “social network” di riferimento. 

Unicorns Against Hate è un progetto di creazione di una task force di 20 persone di varia età ed estrazione sociale che possa monitorare i social network più famosi ed in particolare le pagine e i profili legati alla comunità LGBTQI+ e che risponda alle manifestazioni di odio con contenuti e parole diametralmente opposti a quelli discriminatori.

Il simbolo di questa azione di contenimento dell’odio on-line saranno gli unicorni – da decenni uno dei simboli a cui la comunità LGBT è più affezionata – i quali avranno il compito di arginare il linguaggio violento attraverso immagini, gif ed emoji e dare così una risposta ironica all’odio.

Questo tipo di azione non basterà da sola a smontare la violenza verbale ma servirà, da un lato, a proteggere le persone colpite allentando la morsa dei commenti discriminatori e dando il tempo di rivolgersi a chi di dovere (Chi odia paga, ad esempio) e, dall’altro lato, a far sentire queste persone supportate, sostenute nella lotta contro le discriminazioni. 

Verrà infine fatto un uso consapevole e mirato di  #hashtag specifici per dare visibilità alle risposte e permettere un più rapido monitoraggio del fenomeno.

 

Le associazioni o le soggettività potranno chiedere il supporto di Unicorns Against Hate e si potranno valutare modalità di azione declinate al social, al momento storico, al contesto di riferimento. 

Unicorns Against Hate avrà una fase iniziale di ricerca di personale per la task force e di formazione della durata di 3 mesi, in cui si provvederà: a lanciare la call, svolgere i colloqui di selezione per assicurarsi le buone intenzioni di chi candiderà. Una volta identificato il gruppo si realizzeranno delle formazioni online sui crimini d’odio, sul monitoraggio, sulle tecniche adeguate ad agire con prontezza e chiarezza sui vari social network. Nel frattempo ci sarà una fase di lancio comunicativo del progetto sulle varie piattaforme.

Per 3 mesi il gruppo farà monitoraggio sui vari social e le varie pagine identificate come Case Studies. A seguire ci sarà una fase di raccolta dati e produzione di un report di valutazione dell’operato che, speriamo, possa portare a ulteriori progetti o ad allargare la task force. 

 

L’ASSOCIAZIONE

Il Centro Risorse LGBTI è una organizzazione senza scopo di lucro la cui mission è contribuire all’eliminazione di ogni forma di discriminazione e violazione dei diritti umani nei confronti di lesbiche, gay, bisessuali, transessuali ed intersessuali e promuoverne condizioni di piena uguaglianza. Da anni realizza progetti di monitoraggio dei crimini d’odio sulla comunità LGBTQI+ attraverso ricerche e questionari i cui report sono reperibili sul sito. Il più recente, pubblicato a maggio 2020, delinea il clima d’odio italiano e mette chiaramente in luce come le persone LGBTQI+ non solo subiscono discriminazioni frequentemente ma hanno anche enormi difficoltà a rivolgersi alle forze dell’ordine per denunciare l’accaduto, sia perché non c’è una legge dedicata a queste tematiche, sia perché non c’è informazione su quali strumenti esistono per proteggersi.

 

_
Raddoppia il successo del progetto!

Contattaci per attivare il matchgiving su questo progetto.
Non perdere questa opportunità!