IL PROGETTO

“Ma cosa fai? Sei proprio un Francesco!”

“L’abilismo (in inglese ableism) è la discriminazione nei confronti delle persone che hanno una disabilità. L’abilismo può prendere la forma di idee, supposizioni, pregiudizi, stereotipi, atteggiamenti e pratiche, barriere fisiche e sociali o oppressione su più larga scala. L’abilismo appartiene alla stessa “famiglia” di razzismo, sessismo, omofobia, transfobia, ecc …

Uno dei possibili “effetti collaterali” dell’abilismo è l’usare parole riferite alla disabilità come insulto verso persone non disabili: utilizzare parole inerenti alla disabilità come forma di offesa significa insultare anche i disabili. Sembra incredibile che ancora accada, eppure se ne è fatta una abitudine. La condizione di disabilità, e le parole che a questa fanno riferimento, usate come insulto, sembra non interessino, ma non può continuare ad essere così.

Il progetto prevede la realizzazione di brevi video in cui i ragazzi disabili della Compagnia Mayor Von Frinzius si divertiranno a bullizzare i propri compagni non disabili, anche appellandoli con termini riferiti alla disabilità alternati a nomi propri, in modo da sottolineare il grande errore che si commette quando si utilizza la disabilità per insultare.
I video potranno essere diffusi tramite social network e hanno il fine di sensibilizzare giovani ed adulti lontani dal mondo della disabilità.
Gli attori della Compagnia Mayor Von Frinzius, guidati da Lamberto Giannini ed il suo staff, parteciperanno ad un laboratorio teatrale in preparazione alla realizzazione dei video.


L’ASSOCIAZIONE

La Compagnia Mayor Von Frinzius, appartenente all’associazione O.A.M.I, nasce nel 1997 dalla volontà del regista Lamberto Giannini di sperimentare il lavoro teatrale nella marginalità sociale, considerata una realtà ancora piena di Vita in quanto capace di raccontare delle storie. E’ formata da circa 80 attori, provenienti in prevalenza dalla città di Livorno ma anche da tutta la provincia, di cui la metà sono affetti da disabilità psico-fisica.
Dare inizio ad un teatro legato al mondo dell’handicap nasce anche dall’esperienza clownesca del regista. Nel clown si va a sperimentare le parti che sono marcate della persona, quelle parti che sono quasi maschere messe in evidenza ed estremizzate; Giannini è riuscito a riconoscere quelle stesse maschere in dei “clown naturali”, come le persone affette da sindrome di down o autismo, attribuendo una dimensione sacrale alla loro gestualità ed al loro modo di essere. Queste loro peculiarità suscitano una risata che la società tende a frenare, in quanto ridere di tali situazioni viene letto come dissacrante o offensivo. Al contrario, i Mayor Von Frinzius pensano che ridere della disabilità sia un grande successo. “Prendere in giro” il ragazzo perché disabile viene fatto non in maniera derisoria, ma in modo da marcare positivamente il suo essere. L’ironia provocata in questo modo è un elemento positivo e rispecchiante, che fornisce ai ragazzi un senso di sé diverso da quello che lo specchio sociale tende a fissare loro addosso.
Dal 2006 ha inizio la collaborazione della compagnia con la Fondazione Teatro Goldoni di Livorno, che inserisce il laboratorio teatrale nel Progetto Pasolini. Vengono messe in scena sul palco del teatro stesso le prime degli spettacoli successivi ed ognuno di questi spettacoli è stato replicato numerose volte, all’interno delle maggiori manifestazioni cittadine (Effetto Venezia, Festa Democratica, Coppa Barontini, ecc.) e non solo. Oltre agli spettacoli, la Compagnia tiene da tempo “lezioni aperte” di teatro in vari spazi, aperti o chiusi, e contesti sociali.
Ancora oggi, dopo 24 anni di attività, la Compagnia Mayor Von Frinzius si dimostra attiva e desiderosa di comunicare al pubblico la propria essenza portando avanti il proprio laboratorio teatrale, finalizzato di anno in anno alla realizzazione di un nuovo spettacolo originale.
Le attività laboratoriali della Compagnia si svolgono a Livorno, ma vedono l’interesse e la partecipazione attiva sia della città che di Rosignano, Castiglioncello ed altri luoghi della provincia.
Per la prima volta dal 2006, nel 2020 la Compagnia non ha potuto debuttare sul palco del teatro Goldoni nel mese di maggio, ma non per questo si è arresa: gli attori della Compagnia hanno continuato a provare due volte a settimana tramite videochiamata durante il periodo di lockdown, per portare in “scena” in diretta Facebook (ciascuno dalla propria casa) “Gabbia di Mayor”, un divertente talk show.
Durante l’estate, una volta riprese le prove in presenza, è stato possibile organizzare spettacoli nella provincia di Livorno, ma la seconda ondata Covid nuovamente ha ostacolato i piani della Mayor, che nuovamente ha trovato un proprio modo per continuare a sopravvivere: è stato messo in atto un protocollo sanitario presso la sede O.A.M.I di Livorno, dove le prove attualmente si svolgono a gruppi di otto persone con mascherine FFP2.



UBC S1 21 Live

  • Odiare non è uno sport
    10% 542 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Uscita di Emergenza
    6% 309 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Il corpo che parla
    11% 564 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Il profilo dell'odio
    3% 186 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Cheese
    1% 93 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Mabasta al bullismo...anche attraverso lo sport
    3% 157 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • NIA – Network italiano Anti-islamofobia
    44% 2.2k / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • DoD-Donne che odiano donne
    3% 197 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Hate Map Rome
    3% 190 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Solo parole d'amore
    1% 93 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Viceversa
    2% 131 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • RiscopriAMOci
    0% 24 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • CyberKickBullying
    5% 270 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Ti ascoltiamo, ti crediamo
    0% 35 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • Svelare in modo creativo la discriminazione
    0% 8 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto
  • DeStalk
    0% 1 / 5k

    Per votare inserisci i tuoi dati

    Inserisci l'OTP

    Controlla nella tua casella email di averlo ricevuto

Pensi di essere vittima di una di queste condotte d'odio?